• centro.jpg
  • in-sac.jpg

1977 - 2017: 40 anni della fondazione del Centro di Studi Sorani "Vincenzo Patriarca"

Il Centro di Studi Sorani, nel rinnovare l'invito alla partecipazione, è lieto di annunciare il programma degli incontri di Aprile 2018 con notizie sui protagonisti e una sintesi dei contenuti che saranno trattati:


Venerdì 6 aprile 2018, ore 17 - Sala S. Tommaso, Piazza Indipendenza

Donato Antonellis
L’Ospedale di Santo Spirito in Sassia e il Pio Istituto di Santo Spirito.
Dalle rive del Tevere a quelle del Liri.

 

Donato Antonellis, primario chirurgo, dirigente Anaao Assomed,
socio del Centro di Studi Sorani.

Il tema lega, tra l’altro, il Santo Spirito di Roma alla storia sorana grazie ai rapporti del giovane Cesare Baronio con quella istituzione romana e la sua "filiazione" sorana, da cui l'hospitale che Cesare affidò alle cure e alla carità dei propri genitori, Camillo e Porzia Febonia.


Mercoledì 18 aprile 2018, ore 17 - Sala S. Tommaso, Piazza Indipendenza

Marco Boato parla del suo libro:
Il lungo ’68 in Italia e nel mondo. Cosa è stato, cosa resta.
ELS LA SCUOLA - Morcelliana, Brescia 2018

Marco Boato, sociologo, giornalista, 
docente universitario e più volte parlamentare.

Marco Boato è stato uno dei maggiori protagonisti del '68 in Italia, da lui vissuto soprattutto nella facoltà di Sociologia di Trento e nella dimensione nazionale. È esponente del movimento ecologista, che ha contribuito a fondare in Italia.
«Il suo libro non è né nostalgico, né celebrativo. Ricostruisce, senza rimpianti e con rigore analitico e storico-critico, non solo cosa fu il '68 in Italia e nel mondo, ma da cosa nacque, come si caratterizzò il movimento in quell'anno "epocale" e anche che cosa resta a cinquant'anni di distanza. Una analisi critica, senza mitologie e senza demonizzazioni postume, che si rivolge sia alle generazioni adulte o più “anziane” sia alle nuove generazioni. Una testimonianza, ma son solo. Il movimento del '68 in realtà nasce prima e finisce dopo: per questo il libro si intitola Il lungo '68. La ricostruzione storica risale all'inizio degli anni '60 e si conclude negli anni '70. Ma il '68 fu l'anno cruciale, in Italia e nel mondo, che è diventato una data “periodizzante” anche per gli storici, perché ha segnato una svolta e una “frattura” tra i prima e il dopo. Nulla è stato più come prima. Nel movimento del '68 ci sono stati anche errori ideologici e contraddizioni politiche, ingenuità e slanci utopici, che poi non si sono realizzati».


Venerdì 27 aprile 2018, ore 17 - Biblioteca comunale, Sala V. Simoncelli

Vincenzo Ruggiero Perrino
Dante, Petrarca, Boccaccio e il teatro del loro tempo.

Vincenzo Ruggiero Perrino, dottore di ricerca in Storia
del teatro moderno e contemporaneo, autore di saggi storico-letterari.

La trattazione partirà da una descrizione del mondo del teatro e dello spettacolo nei secoli a cavallo tra l’alto e il basso medioevo, definendo le coordinate concettuali e materiali nelle quali poi si svolsero le carriere letterarie di Dante, Petrarca e Boccaccio.
Ognuno dei tre autori subì il fascino del mondo teatrale dell’epoca, tanto che se ne possono trovare consistenti tracce nelle loro opere. Perciò, il discorso cercherà di descrivere in che modo i tre grandi della nostra letteratura furono interessati dalla pratica teatrale tra il Duecento e il Trecento.

 

 

Abbiamo 288 visitatori e nessun utente online

Orari Biblioteca:

orariobib.png

Calendario Eventi

Gli eventi del Centro:

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Tags

6.png5.png0.png1.png7.png6.png
Totale visitatori: 650176

Centro di Studi Sorani "Vincenzo Patriarca" - Piazza San Domenico, 76 - 03039 Sora (FR)

e-mail: studisorani@tin.it

Recapito telefonico del presidente: +390776 833793

C.P. n° 121 - ccp: 10399038 - C.F.: 82005830607 - P.I.: 00373630607